Ora sei qui: Home » Engineering » Design

Design

Stile

Enzo Ferrari sosteneva che le auto da corsa diventano belle quando sono vincenti, ma chi ha detto che non sia possibile farle belle e vincenti? Noi siamo convinti che il brutto non piaccia a nessuno, e che le leggi dell’aerodinamica guidino naturalmente verso il bello.

Quando Giotto Bizzarrini, alla fine degli anni ’80, lavorava al prototipo capostipite della Picchio, si arrabbiava molto quando lo si definiva stilista: sosteneva che non disegnava per il bello, ma per ottenere la migliore funzionalità aerodinamica.

bozzetto della Picchio Dp2

Bozzetto per la Picchio DP2

E dalla sua lezione abbiamo imparato molto. Per questo, abbiamo sviluppato negli anni un family feeling che rende subito riconoscibile una Picchio dalle altre vetture del paddok.

Dove nasce lo stile

La ricerca stilistica iniziale parte dalla mano dei nostri designers. I vincoli progettuali imposti dal regolamento o dall’omologazione sono presi in considerazione già in questa fase creativa: chi fa auto da corsa non può permettersi esercitazioni di stile fini a se stesse.
Dal foglio di carta, si passa presto alla modellazione di superfici di classe A.

Modellazione CAD 3d

modellaziona cad 3d alla Picchio

Assemblaggio in ambiente Cad del retrotreno della CN2.

I software utilizzati per la progettazione consentono l’efficienza dello scambio dati tra designers, ingegneri e tecnici.

Dal telaio alle sospensioni, tutte le componenti meccaniche sono progettate internamente.